11 C
Catania
01 Dic 2021

“Se AstraZeneca riparte lo daremo a chi ne farà richiesta”

Sicilia"Se AstraZeneca riparte lo daremo a chi ne farà richiesta"

TRAPANI – “Avvertiamo l’esigenza di uscire dal tunnel. Con Trapani abbiamo completato l’apertura degli hub provinciali in tutta la Sicilia. Se ora c’è la disponibilità sufficiente delle dosi di vaccino, potremo completare la campagna di vaccinazione già entro l’estate”.
Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, intervenuto all’inaugurazione dell’hub provinciale a Trapani, nell’ex Centro polivalente per migranti in contrada Cipponeri. L’hub conta 20 box vaccinali e impiega ogni giorno 20 medici, 40 infermieri, 32 amministrativi, 20 operatori socio sanitari. Sono anche state allestite 12 postazioni mediche per anamnesi, autorizzazione al vaccino e per osservazione post vaccino, 10 postazioni per registrazione e 10 per rilascio certificati.
“Insieme all’assessore Ruggero Razza già oggi pomeriggio, se si otterrà l’autorizzazione nuovamente per il vaccino AstraZeneca, chiederemo a Roma di consentirci la somministrazione a coloro che, in maniera volontaria, ne faranno richiesta”, ha detto ancora Musumeci.
Il presidente della Regione ha ribadito che “se tutto procederà come da programma, possiamo dire che dopo Pasquetta il peggio sarà passato”.
“L’apertura di questo hub provinciale darà un grande impulso alla campagna vaccinale in atto – ha detto il manager dell’Asp Trapani, Paolo Zappalà -. A pieno regime qui verranno somministrati duemila vaccini al giorno. Il nostro è un rinnovato impegno in questa battaglia contro il virus”.
“La campagna vaccinale avviata è un raggio di sole in questo periodo buio – ha detto il prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi -. È straordinaria e fattiva la sinergia che il governo regionale ha avuto con quello nazionale. L’impegno comune è sulla stessa direzione, e cioè quella di vaccinare, nel giro di pochi mesi, tutta la popolazione”.
Il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida è stato il grande assente all’inaugurazione. Tranchida avrebbe dovuto fare da padrone di casa (essendo il Centro di proprietà del Comune) ma ha declinato l’invito del manager dell’Asp Trapani Paolo Zappalà. “Meno passerelle e più vaccini”, ha detto Tranchida al telefono, che ha scelto di rimanere in Comune. C’erano, invece, altri colleghi sindaci: tra questi Giuseppe Piraino (San Vito Lo Capo), Salvatore Quinci (Mazara del Vallo) e Massimo Grillo (Marsala).
 

Correlati