Macelleria rapinata e proprietario ferito: condannato

Il giovane di Riposto e il complice sorpresi mentre rubavano nel magazzino messinese

RIPOSTO (CATANIA) – I carabinieri di Riposto hanno arrestato il 20enne Giovanni Lisbona in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Messina.
Il giovane è uno dei due ladri che il 23 gennaio del 2019, dopo averne forzato una porta di accesso, si introdussero nel magazzino di una macelleria di Ucria, nel Messinese, iniziando a rubare prodotti alimentari di vario genere.
I rumori provocati dai ladri svegliarono i proprietari del negozio, i quali, dopo avere allertato i carabinieri, si recarono in negozio, sorprendendoli a rubare.
Ne nacque una violenta colluttazione nel corso della quale un rapinatore, preso un coltello trovato sul posto, ferì alla mano uno dei proprietari, cercando di fuggire. Tentativo stroncato dall’arrivo dei carabinieri che bloccarono e ammanettarono i due.
Riconosciuto colpevole dai giudici del concorso in rapina e lesioni personali aggravate, Lisbona dovrà scontare la pena di 3 anni di reclusione e 1.000 euro di multa. Il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Armerina.

scroll to top
Hide picture