Non era pistacchio di Bronte: denunciato

Controlli Nas, l'azienda catanese vendeva anche formaggi di dubbia provenienza come come prodotti Dop

ROMA – Dalle frodi on line a quelle nei supermercato, a tanti falsi Dop. E’ quanto hanno accertato i Reparti tutela agroalimentare, controllando molte aziende su tutto il territorio nazionale. Quattro le persone denunciate all’Autorità giudiziaria.
Una ditta, in provincia di Catania, sul sito on-line commercializzava pistacchio e formaggi provenienti dall’estero come prodotti a Denominazione di origine protetta. Il titolare è stato denunciato.
In Emilia, esattamente in provincia di Parma sono state scoperte etichettatura con indicazioni non ammesse che hanno portato al sequestrato di 602 chili di parmigiano Dop e 1.250 etichette non conformi.
Nella Banca dati dell’anagrafe bovina, in provincia di Salerno, è stata certificata la nascita in azienda di due vitelli in realtà nati altrove. Sono state rinvenute etichette prive delle indicazioni obbligatorie sulla provenienza dei prodotti, in provincia di Roma che hanno portato al sequestro di 2,5 quintali di ortofrutta di vario tipo.

scroll to top
Hide picture