11 C
Catania
01 Dic 2021

Catania, weekend di multe e sequestri

SiciliaCatania, weekend di multe e sequestri

Nel corso dell’ultimo fine settimana, la polizia municipale di Catania, durante controlli per il rispetto delle disposizioni anti Covid-19 e delle normative commerciali, ha disposto la chiusura di due esercizi commerciali, multato 13 persone per violazioni della normativa anti Covid, sanzionati 6 ambulanti abusivi col sequestro della merce messa in vendita.
Venerdì una nota cereria in via Porticello trovata aperta dopo le 22 è stata chiusa per 5 giorni con un verbale amministrativo di 400 euro al titolare.
Sempre nella giornata di venerdì, durante controlli di routine in via Cesare Beccaria, sono stati sanzionati un negozio di ortofrutta per occupazione di suolo pubblico senza autorizzazione e due operatori ambulanti di prodotti ortofrutticoli. I due ambulanti – uno dei quali multato anche per violazione della normativa anti Covid-19 perché proveniente da altro Comune – sono stati sanzionati con multe dell’importo totale di 4.460 euro e il sequestro della merce esposta, che è stata devoluta in beneficenza.
Sabato in piazza della Repubblica sono stati sanzionate tre persone che alla guida della propria auto sono state trovate fuori dal Comune di residenza senza giustificato motivo, elevando verbali dell’importo totale di 1.599 euro.
Domenica sanzionato il titolare di un pub in via Enrico Pantano con una multa di 400 euro e la chiusura provvisoria del locale per 5 giorni perché era in corso una festa con otto persone, anche loro sanzionate perché prive di mascherina.
Inoltre, nel corso di un controllo effettuato al mercatino delle pulci di San Giuseppe La Rena, sono stati eseguiti due sequestri di prodotti alimentari e di prodotti per l’igiene personale e della casa, abbandonati sul posto da operatori abusivi che, alla vista delle pattuglie, sono fuggiti. I prodotti sono stati devoluti in beneficenza alla Caritas.
E ancora, nel lungomare di viale Artale Alagona sono stati effettuati altri due sequestri di giocattoli e chincaglierie varie, posti in vendita da commercianti abusivi che, al sopraggiungere delle pattuglie, sono fuggiti abbandonando la merce sul marciapiede.
Infine, in viale Kennedy, è stata denunciata una persona che, da una verifica incrociata con le banche dati interforze e dell’Asp, è risultato positivo al Covid-19, violando, quindi, l’obbligo di permanenza nel proprio domicilio.
In totale, dai controlli effettuati dalla polizia municipale sono stati elevati verbali amministrativi dell’importo complessivo di 10.232 euro.

Correlati