Figlia violentata: cinquantenne in manette

Canicattì: è stata la tredicenne a far partire le indagini confidandosi con un’amica

Figlia violentata: cinquantenne in manette

CANICATTÌ (AGRIGENTO) – Un bracciante agricolo di 50 anni di Canicattì è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale ai danni della figlia tredicenne. Il cinquantenne è stato rinchiuso nel carcere di Agrigento in attesa dell’interrogatorio di garanzia previsto per le prossime ore.

E’ stata la ragazzina a far partire le indagini dei carabinieri dopo essersi confidata con una coetanea che ha raccontato tutto in famiglia. Sentita con tutte le garanzie, la tredicenne ha confermato gli abusi che sarebbero avvenuti in tre occasioni durante gli ultimi mesi.

Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, ha disposto la misura di custodia cautelare in carcere accogliendo la richiesta del pm Gloria Andreoli che ha coordinato le indagini.


Correlati