Finti poliziotti derubano le prostitute

Le chiudono in camera da letto e portano via soldi e cellulari: arrestati a Trapani

Finti poliziotti derubano le prostitute

PALERMO – Fingendosi poliziotti si sono introdotti per una perquisizione nell’abitazione di due prostitute, le hanno rinchiuse in camera da letto e sono poi fuggiti portandosi 700 euro e i telefoni cellulari delle due donne.

Gli investigatori sono risaliti ai due attraverso la testimonianza delle vittime e ad accertamenti sui due telefoni: sono stati arrestati dalla squadra mobile di Trapani, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip, su richiesta della Procura. Sono accusati di sequestro di persona, rapina aggravata e usurpazione di pubbliche funzioni.


Correlati