“Vietiamo Halloween in Sicilia”

La richiesta del Codacons: “Troppi assembramenti. E il 2 novembre va regolato l’afflusso nei cimiteri”

“Vietiamo Halloween in Sicilia”

Vietare in tutta la Sicilia feste ed eventi legati a Halloween e regolare l’afflusso degli utenti nei cimiteri in vista della ricorrenza del 2 novembre. Lo chiede il Codacons al governo regionale e all’assessorato regionale alla Sanità, invitando i comuni ad attivarsi allo scopo di limitare la diffusione dei contagi da Covid in Sicilia.

“Di fronte al preoccupante aumento dei contagi è assolutamente indispensabile vietare gli eventi che ogni anno ad Halloween vengono organizzati nei locali e nei ristoranti di tutta la Sicilia, e che creano pericolosi assembramenti di persone – spiega il segretario nazionale Francesco Tanasi -. Il rischio è particolarmente alto quest’anno, considerato che Halloween cadrà proprio di sabato. Allo stesso modo vanno vietate le feste in piazza e le altre manifestazioni che i Comuni generalmente organizzano il 31 ottobre o per la festa di Ognissanti, e che attirano un elevato numero di cittadini”.

“Considerata inoltre la situazione attuale – continua Tanasi -, riteniamo si debba prestare massima attenzione anche alla data del 2 novembre, giornata in cui si celebrano i morti, regolando l’afflusso degli utenti nei cimiteri di tutta l’isola allo scopo di evitare pericolosi assembramenti”.


Correlati