A Lampedusa la nave quarantena di Pozzallo

Al via il trasferimento dei migranti. Polemico il sindaco Ammatuna: “Occasione mancata”

A Lampedusa la nave quarantena di Pozzallo

AGRIGENTO – La nave quarantena Rhapsody ha ultimato l’imbarco dei migranti ospiti dell’hotspot di Lampedusa (Ag) e ha mollato gli ormeggi. Al momento è ferma all’altezza di Punta Sottile. Sull’imbarcazione sono stati fatti salire a 53 migranti positivi al Covid-19 e altri 60 negativi. Sulla nave quarantena si trovano complessivamente 814 extracomunitari.

La Rhapsody farà rotta, nelle prossime ore, verso il porto di Palermo e non si dirigerà davanti Porto Empedocle come era stato ipotizzato nei giorni scorsi. In rada al capoluogo regionale siciliano c’è già la nave quarantena Gnv Allegra. A Lampedusa, intanto, nella banchina di Cala Pisana sta attraccando la Snav Adriatica che imbarcherà tutti gli altri migranti ospiti del centro d’accoglienza che verrà svuotato.

Polemico il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna. “Apprendo da notizie di stampa che una delle navi quarantena, la Snav Adriatico, che dovrebbe contribuire a svuotare l’hotspot e la Casa della fratellanza di Lampedusa, sarebbe destinata a Pozzallo. Sono stato, quindi, facile profeta nel predire che uno degli effetti dell’incontro fra il premier Conte ed il presidente Musumeci sarebbe stato quello di spostare, da una parte all’altra della Sicilia, i migranti presenti nel territorio dell’isola”.

“Il risultato della tanto attesa riunione romana, a causa della vaghezza delle richieste del governatore della Sicilia e delle risposte limitate e parziali del presidente Conte, è stata quella dell’ennesima occasione mancata – aggiunge – Invece di inserire al primo punto dell’agenda politica del governo il tema dell’immigrazione, così come avevo precedentemente proposto, magari recandosi direttamente nei luoghi coinvolti per interloquire con i sindaci che stanno in prima linea, si è preferito agire con molta approssimazione”.

Il sindaco prosegue: “Mi chiedo come una nave della tipologia della Snav Adriatico, che necessita di un molo a martello per attraccare, possa utilizzare il porto di Pozzallo in piena sicurezza e senza ostacolare le operazioni delle altre navi in banchina”.


Correlati