“Pronti a lavorare fino a Ferragosto”

Il presidente dell’Ars, Miccichè: “Tra i nostri doveri c’è quello di non andare in ferie, specialmente in un momento di difficoltà”

“Pronti a lavorare fino a Ferragosto”

PALERMO – “Nel corso della conferenza dei capigruppo ho comunicato che abbiamo dei doveri, ma certamente tra questi non c’è quello di andare in ferie, specialmente in un momento in cui la Sicilia vive parecchie difficoltà. Pertanto, siccome ci sono leggi il cui esame deve essere concluso, vi comunico in maniera assolutamente serena che possiamo restare qui fino a Ferragosto”.

L’annuncio è del presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, nel corso della seduta di ieri dopo le polemiche di questi giorni su questo tema tra la burocrazia regionale e i dipendenti, in particolare all’assessorato all’Energia.

Il dirigente ha sospeso le ferie a tutti i dipendenti fino a Ferragosto in attesa di smaltire il pesante ritardo accumulatosi durante il lockdown. I sindacati si sono opposti perché, dicono, non si può negare il riposo al personale, minacciando azioni legali.


Correlati