Caccia all’untore: lo additano sui social, fisioterapista costretto a denunciare

Canicattì: stanco dei messaggi che lo indicano come malato di Covid si rivolge alla polizia

Caccia all’untore: lo additano sui social, fisioterapista costretto a denunciare

CANICATTÌ – Stanco di vedersi indicato sui social e tramite WhatsApp come il nuovo paziente affetto da Covid, un fisioterapista di Canicattì (Ag) si è rivolto alla polizia postale oltre ad aver diramato sugli stessi social un messaggio in cui dice di stare bene e di continuare l’attività professionale.

Da quando a Canicattì è rispuntato un caso di positività al test coronavirus si è scatenata un’autentica caccia all'”untore” con tanto di nome e cognome. Così l’uomo si è visto costretto a uscire allo scoperto e a presentare una formale denuncia.


Correlati