A Librino rivendite abusive di uccelli

Catania. La scoperta in due garage di proprietà del Comune, trovati anche rifiuti speciali pericolosi: scattano le denunce

A Librino rivendite abusive di uccelli

CATANIA – A Catania due garage di proprietà comunale nel quartiere di Librino erano stati occupati ed erano diventati due rivendite abusive di volatili, peraltro tenuti in condizioni incompatibili con la loro natura.

Lo hanno scoperto in viale Grimaldi durante controlli gli agenti del commissariato di Librino. Nel primo locale, dove era in atto un furto di energia elettrica, gli agenti hanno trovato 173 pappagalli, uno dei quali morto, insieme con numerose uova, nidi e gabbie. Nel secondo gli agenti hanno trovato 45 tra pappagalli e canarini.

Gli agenti hanno accertato che il ‘titolare’ della prima rivendita, un trentenne, percepiva il reddito di cittadinanza e per questo motivo è stato denunciato per i reati ai danni dei volatili, per il furto di energia elettrica e occupazione illegale di immobili dello Stato. E’ stato inoltre segnalato all’Inps e all’Ufficio delle Entrate e del Comune di Catania per le ulteriori violazioni.

Il secondo locale era stato occupato abusivamente da un 57enne che esercitava anche una attività di raccolta illegale di rifiuti speciali e percepiva anch’egli un reddito di cittadinanza. Anche in questo caso gli agenti hanno accertato un furto di energia elettrica.

L’uomo, che inoltre era ai servizi in prova, è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, furto aggravato di energia elettrica, invasione di edificio pubblico e detenzione di animali in condizioni di sofferenza. Anch’egli verrà segnalato agli Enti competenti per le ulteriori violazioni e sanzioni. Gli animali sono stati sequestrati penalmente in attesa di essere portati in luoghi idonei.


Correlati