Open Arms, no al processo per Salvini

La Giunta per le immunità del Senato ha respinto la richiesta di autorizzazione a procedere per l’ex ministro. Il caso passa all’Aula

Open Arms, no al processo per Salvini

ROMA – Con 13 sì a favore della relazione del presidente della giunta Maurizio Gasparri, 7 no e 3 senatori che non hanno partecipato al voto, la Giunta per le immunità del Senato ha respinto la richiesta di autorizzazione a procedere per l’ex ministro Matteo Salvini sul caso Open Arms.

I 13 voti favorevoli contano, oltre ai 5 della Lega, i 4 di Fi, uno di Fdi e uno delle Autonomie, anche quello del senatore ex M5s Mario Michele Giarrusso e quello della senatrice M5s Alessandra Riccardi.

“No allo sbarco dei 161 immigrati dalla Ong spagnola Open Arms, la Giunta del Senato ha appena votato (13 a 7) che ho fatto solo il mio dovere, ho agito per interesse pubblico e non privato, nell’interesse del popolo italiano. Grazie a loro, e grazie a voi. Adesso la parola passa all’aula del Senato, vediamo se Pd e 5Stelle insisteranno per il processo”, ha commentato Salvini in diretta Facebook.

“I senatori hanno votato liberamente stabilendo che tutto il governo era d’accordo, anche quel pezzo di governo M5s, da Conte a Di Maio, che dice ‘no, non sapevamo nulla, non eravamo d’accordo’. Ma come? Era nel programma comune di governo. La giunta ha stabilito che ho fatto il mio dovere da ministro. Io non ho cambiato idea rispetto all’anno scorso, altri sì”, ha concluso Salvini.


Correlati