C’è il lockdown: sopporta il marito geloso, lui la massacra per una telefonata

Misterbianco: presa a calci davanti ai figli perché parlava con la madre

C’è il lockdown: sopporta il marito geloso, lui la massacra per una telefonata

MISTERBIANCO (CATANIA) – I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato un 52enne per maltrattamenti in famiglia. Nella tarda serata di venerdì i militari hanno ricevuto più telefonate di residenti che, allarmati, li avvertivano di una violenta lite ancora in corso.

Sul posto hanno trovato una donna picchiata dal marito geloso, che ha raccontato loro di essere in fase di separazione, motivata dagli atteggiamenti violenti del coniuge, commessi in presenza dei due figli di 16 e 24 anni e già da lei denunciati in precedenza.

A causa delle limitazioni imposte dal lockdown per il coronavirus e per consentire all’uomo di stare con i figli, avevano tutti insieme concordato che potesse stare in casa con loro in questo particolare periodo.

Ben presto la scelta ha evidenziato i propri limiti perché il 52enne quella sera, ossessionato dalla gelosia nei confronti della moglie e non accettando la separazione, ha cominciato prenderla a calci apostrofandola con epiteti irriferibili sol perché la donna stava parlando al telefono con la propria madre.

Stavolta la donna ha capito la necessità di denunciare il marito che, pertanto, è finito nel carcere catanese di Piazza Lanza.


Correlati