13.5 C
Catania
30 Nov 2021

Catania

CATANIA – Stamattina il prefetto di Catania ha ricevuto nel Palazzo del Governo il rappresentante nazionale dell’associazione Agesci accompagnato da responsabili regionali e della sezione di Ramacca che di recente ha subito danneggiamenti alle proprie sedi site su immobili confiscati alla mafia.
I presenti hanno riferito al prefetto delle risultanze dell’incontro con i vertici nazionali dell’associazione Agesci avvenuto nella mattinata nella sede di Ramacca e, con l’occasione, hanno espresso i propri ringraziamenti alla prefettura, prontamente intervenuta per offrire il proprio supporto e dare impulso alle attività di ripristino dei beni che hanno subito furti e danneggiamenti.
Il prefetto ha ribadito la costante vicinanza delle istituzioni e ha sottolineato come il valore strategico dell’educazione nei giovani debba costituire la leva che consenta di rialzarsi e ripartire immediatamente.
Ha sottolineato, altresì, che le istituzioni continueranno a seguire con particolare attenzione la vicenda che vede il coinvolgimento di beni confiscati alla mafia il cui utilizzo da parte dell’associazione e dei giovani che ne fanno parte assume un particolare rilievo in un’ottica e funzione sociale, motivo per cui devono essere ripristinati e restituiti al più presto alle loro funzionalità.

Correlati