Catania, 11 stabilizzazioni al Cannizzaro

Stop al precariato per un ingegnere, un’ostetrica, un tecnico di laboratorio e otto medici

Catania, 11 stabilizzazioni al Cannizzaro

CATANIA – Otto medici, una ostetrica, un tecnico di laboratorio, un ingegnere: sono i profili delle undici unità di personale stabilizzati dall’azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania in attuazione della legge di bilancio dello Stato per il 2020, che ha esteso i termini di efficacia della cosiddetta Legge Madia per il superamento del precariato nella Pubblica amministrazione.

Mentre l’ingegnere in servizio all’Ufficio Tecnico è stato stabilizzato con delibera del 2 febbraio, per gli altri dieci la fine del precariato è stata fissata dalla delibera n. 638 dello scorso 19 febbraio. La maggior parte sono dirigenti medici: una gastroenterologa, due radiologi, una neuroradiologa, una pneumologa, un cardiologo, un endocrinologo e un chirurgo vascolare. Tutti e dieci hanno firmato il nuovo contratto a tempo indeterminato, con decorrenza dal prossimo 1 marzo.

Rientrano nei criteri stabiliti dal decreto legislativo Madia, come modificato dall’ultima Finanziaria, e cioè in servizio successivamente al 28 agosto 2015, reclutamento con procedure concorsuali, anzianità di almeno tre anni maturata al 31 dicembre scorso.

“Grazie anche ai chiarimenti forniti dalla circolare emanata in materia dall’assessore alla Salute Ruggero Razza, l’azienda Cannizzaro ha prontamente riconosciuto il diritto alla stabilizzazione a quanti ne avevano titolo, dando così maggiore serenità non solo ai dipendenti ma anche alle unità operative che del loro contributo si avvalgono”, ha affermato il direttore generale, Salvatore Giuffrida, che con il direttore sanitario, Diana Cinà, ha incontrato i neo-assunti alla firma dei rispettivi contratti di lavoro.

Erano presenti anche i direttori delle Uoc di Cardiologia, Francesco Amico, di Diagnostica per immagini, Domenico Patanè, di Malattie endocrine e del Ricambio, Massimo Buscema, e il responsabile della Gastroenterologia e diagnostica endoscopica in urgenza, Santo Grasso.

In materia di reclutamento del personale, inoltre, sono in corso le procedure relative al concorso per 22 medici di varie discipline, i cui termini di partecipazione sono scaduti lo scorso 30 gennaio.


Correlati