B&b fantasma a Caronia: sequestrati beni

Un imprenditore agricolo ha ingiustamente beneficiato di un finanziamento comunitario di 200.000 euro erogato dalla Regione

MESSINA – La guardia di finanza di Messina hanno denunciato un imprenditore agricolo di Caronia che avrebbe ingiustamente beneficiato di un finanziamento comunitario di 200.000 euro erogato dalla Regione Sicilia.
Il contributo era stato concesso nell’ambito del piano di sviluppo regionale orientato alla promozione e valorizzazione turistica del territorio che prevede, tra l’altro, la riqualificazione di immobili da destinare ad attività ricettive (alberghi, bed & breakfast e case vacanza).
Il responsabile avrebbe disatteso numerosi requisiti previsti dal bando, tra cui quello di utilizzare la struttura, sfruttando falsa documentazione con l’intento di attestare la ristrutturazione del bed and breakfast.
Come se non bastasse, gran parte dei costi sostenuti per la ristrutturazione sono stati fatturati da un’associazione agricola, di cui lo stesso denunciato deteneva una quota di
partecipazione.
Infine, le Fiamme Gialle hanno appurato che la struttura ricettiva è rimasta di fatto inattiva, nonostante l’obbligo, imposto dal bando, di mantenerla in esercizio per almeno 5 anni dalla percezione del contributo.
La Procura di Patti ha chiesto e ottenuto l’emissione di un provvedimento di sequestro preventivo per la somma indebitamente percepita che ha riguardato liquidità e beni dell’indagato.

scroll to top
Hide picture