Catania, sì al riordino delle partecipate

L.Cil. Via libera al piano di razionalizzazione: Asec sarà accorpata a Sidra, l’Amt ingloba Sostare. Nascerà una nuova holding spa per la gestione di tutte le società in house 

Catania, sì al riordino delle partecipate

CATANIA – L’ultima “fatica” del 2019, un’altra seduta del consiglio comunale prima salutare i colleghi per il cenone di Natale. E così l’assemblea cittadina presieduta da Giuseppe Castiglione, ieri sera, con 15 voti favorevoli e 2 contrari, ha approvato la razionalizzazione e il percorso di accorpamento delle aziende partecipate del Comune di Catania votando la delibera con annessa relazione sull’attuazione delle misure previste nel piano dello scorso dicembre 2018. La riunione del 24 dicembre ha fatto seguito a quella sospesa il giorno precedente per mancanza del numero legale.

Il provvedimento è stato illustrato in aula dall’assessore Fabio Cantarella e consiste nel riepilogo di tutte le attività svolte dall’assessorato alle partecipate guidato dal vicesindaco Roberto Bonaccorsi, per armonizzare l’attività delle aziende a partecipazione comunale in sintonia alle previsioni di legge.

Nello specifico, al fine del raggiungimento degli obiettivi del bilancio di previsione stabilmente riequilibrato, approvato nei giorni scorsi in Consiglio, il Comune dovrà ridurre del 20% i costi dei servizi e contestualmente dovrà razionalizzare tutti gli organismi e le società a partecipazione pubblica laddove i costi incidano sul bilancio dell’ente in dissesto.

Per il raggiungimento di questi obiettivi definiti nel 2017 con misure adottate un anno fa circa, l’amministrazione ha individuato un percorso virtuoso che consiste nell’accorpamento del settore Multiservizi attraverso il già realizzato ampliamento della società in house; del settore public utilities attraverso la fusione tra Asec Spa (oggi Rete Gas Spa) e Sidra Spa con la creazione quindi di un soggetto unico che si occuperà di produzione, distribuzione e commercializzazione nel settore servizi pubblici e di rete; nel settore mobilità attraverso la fusione tra Sostare srl e Amt Catania Spa con la creazione di un soggetto che si occuperà delle attività di trasporto pubblico locale e della gestione delle aree di sosta e dei servizi connessi alla mobilità.

L’amministrazione si è impegnata anche nella costituzione di una società holding Spa del Comune di Catania per il coordinamento tecnico e finanziario di tutte le società in house, per la gestione degli affari societari e legali, per tutti gli adempimenti in materia di anticorruzione e trasparenza, amministrazione e finanza, controllo e gestione dell’ente, sviluppo marketing e controllo di gestione e per l’amministrazione delle risorse umane.

A conclusione dei lavori dell’ultima seduta dell’anno 2019 il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione ha ringraziato i consiglieri, l’amministrazione, il segretario generale Rossana Manno, dirigenti e funzionari comunali che hanno consentito lo svolgimento della seduta consiliare alla vigilia di Natale.

Anche il sindaco Salvo Pogliese si è voluto complimentare “per l’encomiabile attaccamento alle istituzioni e senso di responsabilità che è stato dimostrato dal civico consesso in questa come in altre occasioni”.

Twitter: @LucaCiliberti


Correlati