Stato-mafia, tocca a Berlusconi e Di Pietro

Deporranno il prossimo 3 ottobre, mentre il 24 ottobre dovrebbe testimoniare l'ex procuratore di Palermo Gian Carlo Caselli

PALERMO – Il leader di Fi Silvio Berlusconi e l’ex magistrato Antonio di Pietro saranno sentiti come testimoni nell’aula bunker di Palermo nel processo d’Appello per la presunta trattativa Stato-mafia. E’ stato comunicato nell’udienza dal presidente della Corte d’assise d’appello, Angelo Pellino, che ha confermato la data del prossimo 3 ottobre per le deposizioni. La Corte lo scorso 22 luglio aveva ammesso la richiesta dei legali di Marcello Dell’Utri di ascoltare l’ex premier.
Il 24 ottobre dovrebbero testimoniare l’ex procuratore di Palermo Gian Carlo Caselli e l’ex presidente della commissione parlamentare antimafia Luciano Violante. Nel processo sono imputati di minaccia al corpo politico dello Stato oltre a Dell’Utri, gli ex ufficiali del Ros Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, il pentito Giovanni Brusca, Massimo Ciancimino e i boss Leoluca Bagarella e Antonio Cinà.

scroll to top
Hide picture