Catania, stalla abusiva e telecamere illegali

A Librino scoperti due puledri chiusi al buio: VIDEO. Immobile occupato abusivamente protetto da impianto videosorveglianza

CATANIA – Nei giorni scorsi, la Polizia di Catania ha eseguito controlli nel quartiere di Librino con particolare riferimento al dilagante fenomeno del maltrattamento degli animali, dell’occupazione abusiva degli alloggi del Comune di Catania e degli impianti di videosorveglianza rivolti in strada e utilizzati da soggetti vicini alla criminalità organizzata.
In viale Grimaldi due uomini, uno dei quali percettore di reddito di cittadinanza, sono stati denunciati per aver occupato abusivamente un immobile di proprietà dell’Istituto Autonomo Case Popolari. Nell’immobile, inoltre, è stato trovato un impianto di videosorveglianza che riprendeva tutti i punti di accesso allo stabile. Le varie telecamere erano ben nascoste e posizionate anche nelle terrazze degli edifici.
A un parente dei due, inoltre, sono stati contestati i reati di abuso edilizio, invasione di terreni pubblici e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura.

L’uomo, infatti, aveva costruito un manufatto in cemento nel quale era stata allestita una stalla abusiva con dentro due puledri. Questi poveri animali, tenuti lì per arrecare piacere ai figli, versavano in condizioni pessime, erano chiusi al buio, senza aerazione naturale e con acqua sporca da bere.

scroll to top
Hide picture