Sudano: “Seguo Renzi in Italia Viva”

La senatrice catanese lascia il Pd: “Il partito in Sicilia non è mai stato pluralista”. L’ex premier sarà a Terrasini ospite alla scuola politica di Davide Faraone

Sudano: “Seguo Renzi in Italia Viva”

CATANIA – “Sono entrata nel Pd accolta da Renzi e ora lo seguo in questa nuova sfida”. Così la senatrice catanese Valeria Sudano conferma il suo passaggio a Italia Viva nonostante aderisse alla gruppo di Lorenzo Guerini e Luca Lotti, che restano. Lei invece, conferma a La Sicilia, lascia il partito che “ci ha considerati sempre corpi estranei”.

Sudano è nipote di un ex politico di spicco della Dc e dell’Udc, suo zio era il senatore Mimmo Sudano, lei ricorda che “proveniente da una cultura politica diversa” era entrata nel Pd “accolta da Matteo Renzi in una fase in cui il partito era pieno di energia del fare, innovativa e riformista”.

E ora, sostiene, ha “deciso di seguirlo, per far rinascere lo stesso spirito in un altro spazio politico” anche perché il “Pd ha dimostrato di non essere pluralista”, “forse non lo è mai stato”.

“Il punto – sostiene – è pieno di dinamiche legate a rancori personali. Perdi tempo a difenderti da chi organizza strategie per fare fuori i nemici”. Il suo appoggio al nuovo governo, “necessario per evitare disastri al Paese”, è confermato: “lasciamolo lavorare, i nostri gruppi parlamentari lo sosterranno”.

Anche se, osserva, “una cosa è l’appoggio leale al governo Conte, ben altra è immaginare un’alleanza stabile, a partire dalle Regionali, del Pd con il M5S”. E all’osservazione che in Sicilia vale l’equazione ‘Valeria Sudano uguale Luca Sammartino’, replica con una risata: “Faccia un po’ lei…”. La senatrice Valeria Sudano e il deputato regionale Luca Sammartino condividono la segreteria politica. elle ultime elezioni siciliane Sammartino ha raccolto oltre 32 mila preferenze.

All’appello di Renzi ha giù risposto l’ex sottosegretario Davide Faraone. “Si parte, oggi formeremo i gruppi parlamentari di Italia viva. Saremo leali al governo che per primi abbiamo pensato e che più di tutti abbiamo voluto. Pensiamo a un governo che non galleggi ma faccia e faccia bene. Organizzata la nostra presenza in parlamento, cominceremo immediatamente a strutturarci nei territori, nei luoghi di lavori, nelle scuole”. Il senatore invita gli under 30 a iscriversi alla Scuola di cultura politica “Futura”, annunciando che nell’incontro della Scuola, dal 4 al 6 ottobre a Terrasini (Palermo), appuntamento a cui sarà presente Matteo Renzi e che anticiperà la Leopolda nazionale prevista tra il 18 e il 20 ottobre a Firenze.


Correlati