Gravina e Catania verso l’allacciamento, consegna del canale di gronda a settembre

di Tonino Demana. Un’opera fondamentale per fronteggiare l’emergenza allagamenti in una zona delicata sul fronte della viabilità

GRAVINA DI CATANIA (CATANIA) – Annunciati da mesi sono iniziati questa mattina i lavori per la posa del canale di gronda sulla via Etnea e nel quartiere San Paolo, a Gravina di Catania. Un’opera fondamentale per fronteggiare l’emergenza allagamenti in una zona particolarmente delicata, la cosiddetta “dorsale” che convoglia le acque provenienti dai paesi etnei fino a Catania. Oltre 170 metri di tubature che faranno da raccordo per poi allacciarsi ad un unico canale. Costo complessivo dei lavori 361mila euro.

Saranno tre mesi di passione per la viabilità che già questa mattina ha risentito dell’apertura del cantiere con la conseguente chiusura al traffico di via Etnea nel tratto compreso tra il civico 9 e l’intersezione con la via San Paolo. “E’ un sacrificio che chiediamo alla nostra gente – ha detto il vice sindaco di Gravina di Catania, Rosario Condorelli – lavoriamo per la sicurezza dei cittadini in un tratto pericoloso quando si regostrano forti precipitazioni”.

Nonostante gli sforzi dell’Amministrazione comunale di Gravina ed il dispiegamento di vigili nel punti nevralgici, il traffico è stato paralizzato per ore con pesanti ripercussioni fino alla Tangenziale. Il transito sarà consentito solamente ai residenti e ai mezzi di soccorso, già in funzione un “tornaindietro” per facilitare il passaggio dei residenti nel tratto compreso tra il civico 46 e il civico 60.

scroll to top
Hide picture