Chiude la discarica di Bellolampo

Emergenza rifiuti all’orizzonte a Palermo, il provvedimento reso necessario dopo i controlli effettuati dai carabinieri e dai tecnici dell’Arpa

Chiude la discarica di Bellolampo

PALERMO – La discarica di Bellolampo chiude per alcuni giorni. Il provvedimento è stato preso dal presidente della Rap Giuseppe Norata. La decisione dopo i controlli di questa mattina da parte dei carabinieri del Noe e dei tecnici dell’Arpa nell’impianto di conferimento dei rifiuti di Palermo. Militari e funzionari hanno trovato alcune irregolarità nell’impianto; tra queste un eccesso di rifiuti in lavorazione.

“Stiamo cercando di risolvere i problemi – dice il presidente Norata – In questo momento siamo in riunione e poi ci sarà un vertice con l’Amministrazione comunale per trovare una soluzione”. In questo momento ci sono diverse tonnellate di rifiuti accumulate e non trattate dall’impianto di Tmb che si trovano nei piazzali della discarica. C’è chi dice 2 mila, qualcuno parla di 9 mila tonnellate.

L’emergenza era stata segnalata per tempo dai vertici della Rap, ma sia la Regione che il Comune non avrebbero predisposto alcuna contromisura. Le indicazioni dei carabinieri e dei tecnici dell’Arpa sono state perentorie e così da questa sera non potrà essere concesso di conferire all’impianto di pre-trattamento dei rifiuti Tmb e alla discarica sia ai comuni della Srr che al Comune di Palermo, almeno fino allo smaltimento dei quantitativi in eccesso contestati e al ripristino funzionale dell’impianto. Per smaltire quanto accumulato ci vorranno alcuni giorni. Nei giorni scorsi due incendi erano divampati nell’impianto. Uno aveva investito proprio l’impianto Tmb


Correlati