Europee Sicilia-Sardegna, ecco gli 8 del M5s

L.Cil. Concluse le europarlamentarie: l'uscente Corrao si conferma il più votato, Giarrusso al secondo posto. Di Maio designerà il capolista

CATANIA – Definita la lista per le europee del M5s per la circoscrizione Sicilia-Sardegna: il più votato nella piattaforma Rousseau è stato l’eurodeputato uscente Ignazio Corrao, con 2839 preferenze, a seguire l’ex iena Dino Giarrusso con 2.491 voti.
Gli altri candidati Flavia Di Pietro (1312), Matilde Montaudo (1254), Donato Forcillo (866), Antonio Brunetto (743), Antonella Corrado (741), Anna Sulis (720). Sarà il capo politico Luigi Di Maio, a scegliere il capolista.
Alle ultime elezioni europee il M5s, per la prima volta in competizione, aveva ottenuto il 21,16% con oltre 5,7 milioni di voti, conquistando complessivamente 17 europarlamentari. Nel collegio Sicilia e Sardegna la percentuale è arrivata al 27,1% con più di 623 mila elettori. Allora furono eletti un siciliano, Ignazio Corrao, e una sarda, Giulia Moi.
Soddisfatto l’eurodeputato uscente Ignazio Corrao, tra i fondatori del M5s in Sicilia. “Sono stato il più votato della circoscrizione isole (Sicilia/Sardegna) e questa cosa mi riempie di emozione ed orgoglio. Questo però è solo il secondo passo intermedio. Adesso avanti con la campagna elettorale vera, quella con il popolo, con i voti di preferenza, in cui avrò bisogno di tutto il vostro sostegno, affetto e aiuto – commenta – Vi verrò a trovare ad uno ad uno, come ho sempre fatto. Non è una minaccia, ma un atto di riconoscenza verso centinaia di attivisti che sono il cuore pulsante di questo grande progetto”.
Più riflessivo il pensiero social di Dino Giarrusso: “2491 voti alle parlamentarie sono un risultato strabiliante, che mi commuove. Sono il più votato d’Italia fra i non portavoce, e in proporzione al bacino elettorale il secondo in assoluto in Italia, dopo l’uscente Ignazio Corrao. Questo per me non significa solo una grande gioia, ma una enorme responsabilità. Voglio complimentarmi con tutti i candidati per gli ottimi risultati ottenuti, ma sopratutto con gli attivisti per l’ennesima splendida prova di democrazia e passione politica”.
“Aver ricevuto una fiducia così ampia comporta una grande assunzione di responsabilità, ripeto, perché questi voti non sono miei, sono degli attivisti. Ed anche questa grande fiducia è loro, è vostra, è di una intera comunità – conclude l’ex Iena – Spero di essere degno di questa fiducia, e di non deluderla mai, lavorando sempre e solo per il Movimento, gli attivisti, i territori, come ho fatto da quando ho deciso di abbracciare questo rivoluzionario progetto politico”.
Avevamo scritto a proposito dei veleni e delle polemiche emerse per la selezione dei candidati dei 5 stelle per il Parlamento Europeo. Tra le varie circostanze riportate non oggetto di smentita, una tuttavia per dovere di cronaca deve essere rettificata, a ristoro dell’immagine della candidata Antonella Corrado, che gentilmente, attraverso il suo avvocato, l’avvocato agrigentino Lillo Massimiliano Musso, ha documentato non solo l’esistenza della laurea, ma anche dell’accademia tedesca ove il titolo è stato conseguito.
Alla dottorressa Corrado rivolgiamo le nostre scuse e l’augurio di proseguire con forza sulla sua strada.
Twitter: @lucaciliberti
Luca Ciliberti

scroll to top
Hide picture