Vento e neve: torna il freddo in Sicilia, albero blocca la Messina-Palermo

Scuole chiuse a Troina, disagi alle Eolie a causa del mare mosso. Numerosi interventi dei vigili del fuoco in tutta l’Isola. FOTO

Vento e neve: torna il freddo in Sicilia, albero blocca la Messina-Palermo
Photo Credit To Angelo Impellizzeri

PALERMO – Shock termico in Sicilia: da un giorno all’altro le giornate di caldo più che primaverile sono state sostituite da un’ondata di freddo accompagnato da vento fortissimo. Un grosso albero è caduto sulla MessinaPalermo, bloccando l’autostrada e costringendo chi viaggia in direzione capoluogo a uscire allo svincolo di Brolo per poi rientrare a Rocca di Capri Leone.

Tronchi sradicati anche a Messina, dove diverse auto posteggiate sono state colpite. Al momento non si registrano feriti.

Nevica nell’Ennese dove le temperature sono precipitate. A Troina, completamente imbiancata, il Comune ha disposto per oggi la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compreso l’asilo nido.

Un forte vento imperversa sulle Eolie, rimaste isolate. Le raffiche, provenienti da ovest-nord-ovest, hanno raggiunto anche i 60 chilometri orari spazzando alberi, antenne e scoperchiando tettoie, soprattutto nelle zone più alte. Danni si segnalano alle colture: in modo particolare ai vigneti. Il mare molto mosso (forza 6-7) da ieri pomeriggio non permette ad aliscafi e traghetti di viaggiare. Nella rada di Lipari si sono rifugiati due navi cisterne e due mercantili.

DANNI A PALERMO. Il forte vento che ha sferzato Palermo e la provincia in queste ore ha provocato disagi. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco per alberi pericolanti, verande che rischiavano di finire per strada e tettoie messe in sicurezza dai pompieri. Interventi in via Sammartino e in via Dante per gli alberi finiti in strada. Interventi per un grosso cartellone pubblicitario della Damir che rischiava di crollare in piazza Einstein e un palo dell’illuminazione pubblica crollato in via Spoto.

In questo caso sono intervenuti anche i tecnici della Amg, la società che si occupa dell’illuminazione pubblica nel capoluogo. Ritardi e e cancellazioni anche nei collegamenti marittimi. Il traghetto Napoli Palermo della Tirrenia, il Rubettino che doveva partire ieri sera, partirà da Napoli questa mattina, mentre il traghetto della Grimaldi arriverà con due ore di ritardo. L’Antonello da Messina, traghetto che collega Ustica, resterà in banchina a Palermo questa mattina.

LE PREVISIONI. Quasi dieci i gradi di differenza tra ieri e oggi. Dai 22 di temperatura massima si è passati a 13. “Giovedì ritroveremo residue piogge al Sud e medio versante Adriatico, con neve oltre i 900-1300m, ma in esaurimento – dicono gli esperti di 3bmeteo.com. Nei giorni successivi l’alta pressione riporterà il tempo stabile e in prevalenza soleggiato, salvo qualche acquazzone su isole maggiori, Calabria e qualche nevicata sulle Alpi di confine. Le temperature saranno in netto rialzo, con punte di oltre 18-20 gradi, soprattutto al Centro Nord”.


Correlati