10.1 C
Catania
22 Gen 2022

Musumeci sceglie di non scegliere

PoliticaMusumeci sceglie di non scegliere

CATANIA – “La nostra posizione politica rispetto alle imminenti elezioni europee non può che essere la neutralità, non solo nel rispetto del delicato ruolo di garante della coalizione del Presidente Musumeci, ma soprattutto perché se la nostra ragione sociale è la Sicilia, nulla può essere più importante di accompagnare l’azione di governo nella difficile impresa che ci attende in questi mesi”.
E’ uno dei  passaggi della mozione del Congresso regionale di Diventerà Bellissima, il movimento fondato dal Governatore Nello Musumeci, votata dalla assemblea dei delegati a larga maggioranza a Catania. Fratelli d’Italia e la Lega avevano chiesto il supporto attivo del movimento alle prossime consultazioni elettorali fissate per fine maggio.
“La nostra posizione politica rispetto alle imminenti elezioni europee non può che essere la neutralità, non solo nel rispetto del delicato ruolo di garante della coalizione del Presidente Musumeci, ma soprattutto perché se la nostra ragione sociale è la Sicilia, nulla può essere più importante di accompagnare l’azione di governo nella difficile impresa che ci attende in questi mesi”.
Musumeci nel suo intervento è stato chiaro mettendo i paletti: “Noi dobbiamo andare oltre e guardare avanti: dobbiamo guardare a un bacino che finora non è stato con noi e che il centrodestra non è stato capace di intercettare, moderati, centristi e cattolici. Siamo stati capaci di frenare comunque il grillismo dilagante, senza alcuna storia alle spalle”.
“Spero che Salvini metta la stessa forza per dire no alla Tav per dire sì al Ponte sullo Stretto, il mio amico Salvini sa benissimo che questa è un’opera essenziale per la Sicilia.  Non possiamo aderire al sovranismo, come ho detto anche ai miei amici di Fratelli d’Italia. Noi non siamo europei perché italiani, noi siamo italiani perché europei. Il sovranismo nazionale è in conflitto con gli interessi della Sicilia, perché si rischiano isolazionismo e protezionismo. Noi dobbiamo lavorare per cambiare questa Europa, la Sicilia è Europa e non può uscire da questa dimensione”.
“Il risultato della mozione congressuale certifica il ruolo di garante della coalizione del Presidente Musumeci. Per Diventerà Bellissima – spiegano i deputati del gruppo all’Ars Alessandro Aricò, Giusy Savarino, Pino Galluzzo, Giorgio Assenza e Giuseppe Zitelli – il successo dell’azione di governo e il bene dei siciliani prevalgono sui pur legittimi interessi politici di parte”.
“Auguriamo a tutte le forze politiche di centrodestra che sostengono il governo Musumeci un ampio successo elettorale, nella consapevolezza che il risultato della coalizione sarà reso ancora più agevole dal buon governo di questi mesi difficili”.
Al termine del congresso regionale di Diventerà Bellissima, che si è tenuto a Catania, sono stati eletti per acclamazione Nello Musumeci, Gino Ioppolo e Giuseppe Catania, rispettivamente presidente, coordinatore regionale e presidente della assemblea regionale. Il movimento, in occasione delle ultime consultazioni regionali, ha sostenuto l’elezione del Governatore della Sicilia Nello Musumeci.

Correlati