Pompieri derubati, l’attrezzatura restituita: ‘Soccorsi in difficoltà, Librino chieda scusa’

Catania. Avevano spento un incendio in viale Moncada. Il comandante: “Forse qualcuno voleva aiutare i familiari con maschere e bombole d’ossigeno. Salvini: “Roba da matti”. VIDEO

VIDEO: “La nostra vita era in quella casa

Pompieri derubati, l’attrezzatura restituita: ‘Soccorsi in difficoltà, Librino chieda scusa’

CATANIA – Gli autoprotettori, maschere con bombole di ossigeno per accedere in locali pieni di fumo, rubati ai vigili del fuoco due giorni fa nel rione Librino sono stati trovati, scarichi, su mezzi dei pompieri. Lo rivela il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Catania, Giuseppe Verme, che condanna il gesto, “esecrabile, senza giustificazione e penalmente rilevante”, e lo collega “alla volontà di prestare personalmente soccorso a familiari bloccati nel palazzo in fiamme”.

Una vicenda che ha provocato perfino la reazione del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Roba da matti! Subito un inasprimento delle sanzioni penali nei confronti di chi aggredisce o deruba i vigili del fuoco e i soccorritori in generale, mentre prestano soccorso”.

“Il furto ci ha messo in difficoltà – osserva il comandante – perché il personale non ha potuto utilizzare gli autoprotettori rubati ed è un fatto molto grave. Non ci sono scuse, ma purtroppo accade quando qualcuno ha paura”. L’ing. Verme dell’accaduto ha già “parlato con il prefetto Claudio Sammartino” che “si recherà in caserma a esprimere solidarietà ai vigili del fuoco”. “Sarebbe bello – dice – che il quartiere chiedesse scusa per quanto accaduto esprimendo vicinanza ai pompieri che lavorano per salvare vite umane”.

“Sconcerto per quanto accaduto in Sicilia – dice il sottosegretario Stefano Candiani -: atti di violenza, intimidazioni verbali, pesanti offese verso pubblici ufficiali che prestano servizio non possono essere tollerati. Sui fatti di Catania ho già parlato con il prefetto Sammartino”.

I fatti sono accaduti mercoledì scorso. Mentre i vigili del fuoco erano impegnati a spegnere un incendio in un appartamento ai piani alti di uno stabile in viale Moncada, prima sono stati minacciati e insultati e poi derubati.

Le persone al settimo e all’ottavo piano, bloccate da fiamme e fumo, sono state messe in salvo dai vigili del fuoco con un’autoscala. Una decina di persone è stata medicata dal personale medico delle ambulanze del 118, altre sono state trasportate in ospedale. Durante le fasi concitate dei soccorsi qualcuno ha rubato attrezzature che si trovavano a bordo del mezzo dei vigili del fuoco.


Correlati