Catania: on line commenti anti-polizia, indagato un ragazzo di 23 anni

"Le famiglie degli agenti saranno felici di sparare questi botti”: accusato di vilipendio per le critiche a un'operazione di sequestro

CATANIA – La polizia di Catania ieri ha indagato un ragazzo di 23 anni per vilipendio delle forze armate, reato che prevede fino a tre anni di reclusione.
Nei giorni scorsi è stata pubblicata on line la notizia del sequestro di un ingente quantitativo di materiale pirotecnico, eseguito proprio dalla polizia. L’operazione è stata aspramente criticata dal giovane, che ha postato diversi commenti allusivi e gravemente diffamanti.
“Sicuramente i figli e le famiglie di questi poliziotti saranno felici domani sera di sparare questi botti”. E ancora: “Sono indignato dalle operazioni di polizia in piazza Borsellino, strano però che non sia uscito niente su operazioni nei quartieri, dove la bomba più piccola fa crollare un palazzo”. Questi post hanno innescato numerosi commenti di vario genere da parte di molti utenti.

scroll to top
Hide picture