Catania, una scimmia (rubata) sul comò

Recuperato nel rione San Cristoforo l’animale sparito pochi giorni prima da una villetta. Il proprietario ha dichiarato che serviva per curare il figlio malato, ma adesso rischia una denuncia. IL VIDEO

Catania, una scimmia (rubata) sul comò

CATANIA – La Polizia di Stato di Catania è riuscita a recuperare una scimmietta che allietava i giorni di un bambino di 5 anni malato e che era stata rubata da una villa. L’animale è stato trovato senz’acqua e cibo, legato ad una corda di circa tre metri nell’atrio di un condominio del quartiere San Cristoforo.

Due persone, tra cui un sorvegliato speciale, sono state denunciate, a vario titolo, per maltrattamento di animali e ricettazione. Le indagini sono scattate dopo la denuncia del furto presentata dal padre del bambino.

L’uomo aveva detto che il figlio era preoccupato per l’improvvisa mancanza dell’animale aggiungendo che quest’ultimo aveva stabilito con la scimmietta un forte legame e che la sua compagnia aveva apportato al bambino un miglioramento comportamentale fisico, cognitivo e psicosociale.

L’animale è stato affidato giudizialmente al padre del bambino, che ha adottato tutte le misure precauzionali per rendere l’habitat dell’animale ancora più confortevole di prima.

Il padre del bambino rischia una denuncia per detenzione illegale di una specie protetta: gli investigatori vogliono accertare come l’uomo sia venuto in possesso dell’animale, che ora gli agenti gli hanno affidato in custodia giudiziale in attesa di accertamenti.

Le scimmie sono animali esotici protetti da un accordo sul commercio internazionale di specie a rischio di estinzione (Cites), chiamato anche Convenzione di Washington. Come sanzione sono previsti l’arresto da sei mesi a due anni o il pagamento di un’ammenda da 15.000 a 150.000 euro. L’accordo regolamenta la possibilità di tenere animali esotici in casa. Vieta l’importazione, la riesportazione, il trasporto, la vendita, l’esposizione e la detenzione degli animali protetti.


Correlati