Aumenta il freddo: Catania che fa?

L'appello del consigliere Sofia al sindaco: "Emergenza gelo per centinaia di senzatetto, l'amministrazione crei punti di ospitalità"

CATANIA – “La colonnina di mercurio che si abbassa e il freddo gelido di questi giorni rappresentano un emergenza estremamente pericolosa che colpisce a Catania centinaia di senza tetto costretti a vivere in mezzo alla strada. Il sindaco  Bianco intervenga subito”. L’appello arriva dal consigliere comunale Carmelo Sofia.
“Le associazioni di volontariato sono già corse ai ripari. La Caritas, in particolare, ha già cominciato la distribuzione di coperte e indumenti pesanti. Un gesto che, per quanto importante, non può bastare da solo. Bisogna creare dei punti di ospitalità ampi e smontabili sul modello attivato in passato in corso Sicilia e in piazza Falcone. Molti di loro, oggi, cercano un tetto sopra la testa e calore all’interno degli ospedali, della stazione e dell’aeroporto”.
Sofia sottolinea poi che “passata l’allerta gelo occorrerà attivarsi per aiutare queste persone, attraverso un piano sociale specifico, di potersi reinserire nella società sostenendoli nella ricerca di un impiego e nel trovare un alloggio. La possibilità, quindi, di ricominciare e rifarsi una vita nuova. Un’esistenza che non può essere quella in strada vivendo nell’assoluta incertezza. Ecco perché invito Bianco ad attivare in modo duraturo una struttura comunale dismessa o inutilizzata, ma comunque in buone condizioni”.

scroll to top
Hide picture