Sicilia, seggi aperti per i ballottaggi. Affluenza in calo: alle 19 solo il 32,62%

A Caltanissetta è sfida M5s-centrodestra, a Gela Lega contro il patto Pd-Forza Italia. Si vota anche a Castelvetrano, Mazara del Vallo e Monreale. Crollano gli elettori rispetto al primo turno

Sicilia, seggi aperti per i ballottaggi. Affluenza in calo: alle 19 solo il 32,62%

CATANIA – E’ un mini-test per M5s e Lega in vista delle europee del 26 maggio, ma anche per il suggestivo “patto civico” anti-sovranista tra pezzi di Pd e Forza Italia seppur tra polemiche interne, quello che si sta celebrando in Sicilia dove si sta votando ai ballottaggi in cinque comuni sopra i 15 mila abitanti, tra cui Caltanissetta, unico capoluogo di provincia chiamato alle urne. Si vota anche a Gela, Castelvetrano, Mazara del Vallo e Monreale. Oltre 226 mila gli elettori coinvolti anche se l’affluenza al momento è inferiore rispetto al primo turno quando nessuno dei candidati a sindaco aveva raggiunto la quota utile del 40% per essere subito eletti.

L’affluenza alle 19 in Sicilia si è attestata al 32,62%, in calo ovunque rispetto alle votazioni del primo turno del 28 aprile (-13,11%). Su 226.546 elettori finora hanno votato in 73.893.

Rispetto al primo turno, l’affluenza più bassa, nella seconda rilevazione delle 19, si registra a Mazara del Vallo (Tp) con un calo del 15,92% (38,96% contro 54,88%); seguono Gela (Cl) con -15,10% (28,22%-43,33%), Monreale (Pa) con -12,66% (31,41%-44,07%), Caltanissetta con -11,83% (31,72%-43,55%) e Castelvetrano con -7,22% (36,27%-43,49%). Il dato della prossima affluenza alle 23, a chiusura dei seggi. Lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura dei seggi.

LE SFIDE. Unico capoluogo di provincia in gioco è Caltanissetta dove gli elettori potranno scegliere fra i candidati sindaco Michele Giarratana del centrodestra (37,39%) e Roberto Gambino del M5s (19,92).

A Gela (Cl) si confrontano Cristoforo Greco, candidato da liste civiche al cui interno ci sono Pd e Forza Italia (36,28%) e Giuseppe Spata, appoggiato da Fdi, Udc e Lega (30,57%).

In provincia di Trapani ballottaggio a Castelvetrano, fra Calogero Martire, sostenuto da liste civiche, (30,30%) e Enzo Alfano del M5s (28,49%), e a Mazara del Vallo, fra Salvatore Quinci del centrosinistra (31,51%) e Giorgio Randazzo, appoggiato da varie liste tra cui la Lega (24,25%). Infine, in provincia di Palermo, a Monreale, si sfidano al secondo turno Alberto Arcidiacono, sostenuto da liste civiche e dal movimento del presidente della Regione Nello Musumeci “Diventeràbellissima” (23,94%) e Pietro Capizzi del centrosinistra (21,20%).


Correlati