“Mettiti con un altro uomo e ti uccido”: ad Aci Catena un matrimonio infernale

Botte e minacce fin dall’inizio della convivenza: la moglie lo denuncia, arrestato 61enne 

“Mettiti con un altro uomo e ti uccido”: ad Aci Catena un matrimonio infernale

CATANIA – Un uomo di 61 anni, S. A., è stato arrestato dai carabinieri di Aci Catena (Catania) per maltrattamenti, lesioni personali aggravate e atti persecutori nei confronti della moglie di 58 anni, che avrebbe vessato dall’anno del matrimonio fino a oggi. L’uomo è finito ai domiciliari.

Con atteggiamento aggressivo e minaccioso la picchiava abitualmente con pugni, schiaffi e calci, fino a sbatterla contro gli arredi e a terra, apostrofandola anche con epiteti irripetibili.

Nemmeno l’allontanamento del marito dalla casa coniugale ha preservato la donna dall’accanimento espresso dal persecutore attraverso telefonate e sms, tanto da costringerla a cambiare numero telefonico. Il 61enne andava sotto casa e suonando ripetutamente il citofono, oppure entrava con la forza dentro l’abitazione per aggredirla e minacciarla di morte: “Se un giorno ti devi fare una storia, meglio che vai via da qua altrimenti alla prima volta che ti incontro faccio un omicidio”.

Minacce estese anche ai familiari e agli amici. Così la moglie, ormai disperata, ha denunciato tutto ai carabinieri.


Correlati