Modica

Picchia moglie e figlia con canna di bambù, arrestato

MODICA (RAGUSA) – Un bracciante agricolo di Grammichele (Catania) in vacanza con la famiglia, su un camper, a Marina di Modica è stato arrestato dai carabinieri per avere percorso con una canna di bambù una figlia minorenne e la moglie per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

L’aggressione sarebbe avvenuta per impedire alla figlia di fare una passeggiata con alcuni coetanei da poco conosciuti e per ‘punire’ la moglie che tentava di intercedere per la ragazza. La donna sarebbe stata picchiata davanti ai loro quattro figli minorenni dopo essere stata ammanettata al letto. A chiamare i carabinieri sono state alcune persone che hanno assistito alla lite.

L’uomo, prima di essere bloccato, ha insultato e minacciati di morte i militari dell’Arma dell’Arma se l’avessero fermato. Madre e figlia sono state condotte nell’ospedale di Modica, dove sono state medicate e giudicate guaribili in alcune settimane. La donna e tutti i suoi figli sono stati affidati ad una comunità protetta. Il Gip, durante l’udienza di convalida, ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal sostituto procuratore di turno.

Correlati