Pestato a sangue: il mandante è il padre

Augusta. Vuole che il figlio minorenne interrompa la relazione con una straniera: gli spedisce un 47enne per “convincerlo”

Pestato a sangue: il mandante è il padre

SIRACUSA – I carabinieri di Augusta hanno arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate Salvatore Spinali, 47enne gestore di una sala giochi. Secondo quanto ricostruito dai militari, l’uomo ha picchiato a sangue un minore per convincerlo a interrompere la relazione sentimentale con una coetanea straniera.

Contrario alla storia d’amore sarebbe stato il padre del ragazzo che avrebbe chiesto al quarantasettenne di “convincere” il ragazzo. La scorsa notte Spinali ha incontrato il minore in una sala giochi dicendogli di interrompere la relazione.

Il giovane avrebbe ribadito la sua intenzione a continuare il legame e Spinali lo avrebbe aggredito picchiandolo violentemente. Il minorenne  stato trasferito all’ospedale Muscatello di Augusta dove i sanitari gli hanno dato 30 giorni di prognosi. L’autorità giudiziaria ha deciso l’affidamento al nonno. Spinali è ai domiciliari.

Correlati