“Ho dato fuoco perché sentivo le voci”

Caltanissetta. Interrogato l'uomo che ha incendiato la sua casa

CALTANISSETTA – E’ stato interrogato questa mattina dal gip Emanuela Carrabotta il cinquantenne nisseno arrestato dalla polizia dopo che aveva dato fuoco alla sua casa di via Dusmet, nel quartiere Santa Flavia. L’uomo, che a quanto pare sta seguendo una terapia per problemi psichiatrici, ha raccontato di aver sentito delle voci quella sera. “Sentivo nella mia casa la presenza di quattro uomini e una donna – ha detto – e quando accendevo le luci per vederli non c’erano. A quel punto spaventato ho cercato di provocare una nube di fumo per farli andare via. Da giorni non mangio – ha aggiunto – e non sto bene”.

L’avvocato Giuseppe Dacquì, difensore del cinquantenne, ha chiesto gli arresti ospedalieri nel reparto di psichiatria e una perizia per stabilire se è in grado di intendere e volere. Il gip si è riservato. L’uomo, mercoledì sera, ha accatastato alcuni materassi al centro della sua abitazione e ha appiccato le fiamme. Quando la polizia è arrivata il cinquantenne stava fuggendo inseguito da alcuni residenti. L’intero palazzo è stato evacuato ed è stato necessario l’intervento di due squadre dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme. In serata le famiglie avevano fatto rientro nelle proprie abitazioni.

scroll to top
Hide picture