Lampedusa

Nave Geo Barents soccorre 100 persone

LAMPEDUSA – La nave Geo Barents, di Msf, ha soccorso 100 persone su una barca di legno tra cui 44 minori. E’ l’ottavo soccorso in 48 ore. Prima era stato soccorso un gommone con 38 persone che era partito dal Nordafrica. A bordo del natante ora ci sono 364 migranti tra cui una bambina di 2 anni, un neonato di 20 giorni e una donna incinta. In un tweet SeaWatch dice che sulla nave Seawatch3 “a soffrire caldo asfissiante e sole a picco, ci sono 128 minori, di cui 116 non accompagnati. La loro presenza è stata segnalata al Tribunale dei minori.  Le condizioni di uno di loro hanno richiesto l’evacuazione medica”.

A bordo, con temperature roventi, più di 430 persone tra cui 35 donne, 4 incinte, dice l’Ong. E nel primo pomeriggio 16 tunisini, fra cui una donna, sono stati bloccati, a 21 miglia da Lampedusa, dalla motovedetta Cp319 della Guardia costiera. Il barchino, partito da Sfax, sul quale viaggiavano era alla deriva. All’hotspot di contrada Imbriacola sono stati superati i 2 mila ospiti, a fronte di 350 posti disponibili.

“Il ministero dell’Interno ha noleggiato un traghetto, il Pietro Novelli, che farà la spola, 3 volte a settimana, per trasferire i migranti ospiti dell’hotspot”. Lo ha annunciato, subito dopo aver incontrato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il sindaco di Lampedusa Filippo Mannino.

scroll to top
Hide picture