Bimbo morto a Sharm, genitori ricoverati a Palermo

Rientrati in aereo. La madre: "Voglio andare a prendere mio figlio"

PALERMO – E’ atterrato all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo l’aereo che ha portato da Sharm i genitori del piccolo Andrea Mirabile, morto a 6 anni nei giorni scorsi, mentre era in vacanza, forse per una intossicazione da cibo presa nel resort in cui si trovavano. La salma del piccolo arriverà domani a Fiumicino, per poi essere trasferita a Palermo. I coniugi Rosalia e Antonio sono stati portati al Policlinico in ambulanza.

Anche Antonio Mirabile è stato male e per questo si è reso necessario il suo trasferimento con un volo privato con a bordo una equipe medica. “Voglio andare a prendere mio figlio in aeroporto”, ha detto ai medici Rosalia Manosperti non appena arrivata in ospedale. “La paziente ha manifestato l’intenzione di andare in aeroporto ad accogliere suo figlio – dicono dall’ospedale -. Lo ha fatto anche il padre, ma al momento non sappiamo se sarà possibile”. Dopo le prime visite e le prime analisi le condizioni della mamma sono considerate buone; il marito Antonio è invece ancora ancora sotto osservazione. “Le sue condizioni sono migliorate – aggiungono dall’ospedale – ma non abbastanza per dimetterlo. Bisogna fare ancora analisi e controlli anche per stabilire cosa sia successo e il perché dello stato di malessere che lo ha così tanto debilitato”.

L’aeroporto era blindato: ai giornalisti è stato impedito di scattare foto. Il fotoreporter Igor Petyx è stato identificato dalla finanza mentre al di fuori della porta carraia cercava di scattare una fotografia all’ambulanza che lasciava lo scalo per dirigersi al Policlinico.

“Ho visto mio figlio poco fa, ma non so come stia – ha detto Salvatore Mirabile, nonno del piccolo Andrea -. Ieri mi aveva detto telefonicamente che era migliorato. Non so quale sia la sua patologia, non me l’ha detto: so solo che non poteva respirare. Lui è rimasto intossicato gravemente, la moglie un po’ meno. Non so cosa abbiano mangiato né tantomeno se altri ospiti del resort in cui erano in vacanza si siano sentiti male”. 

Un pool di avvocati sta seguendo il caso: “È stato presentato un esposto in Procura a Palermo – dice il legale Alessandro Gravante -. Abbiamo chiesto di fare tutti gli accertamenti e capire cosa sia successo a questa famiglia. Ci auguriamo che si possa fare una nuova autopsia sul corpo del piccolo Andrea per fare luce sulle cause della sua morte. Attendiamo che sia la magistratura a fare luce sulla vicenda, affinché venga fatta giustizia”. 

scroll to top
Hide picture