Gela

Gestione lido La Conchiglia, a giudizio due dirigenti regionali

GELA (CALTANISSETTA) – La Procura della Repubblica a Gela guidata da Fernando Asaro, a conclusione di indagini preliminari, ha citato a giudizio due dirigenti dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente che secondo l’accusa pur essendo obbligati alla conservazione e vigilanza del lido “La Conchiglia”, bene acquisito al demanio marittimo, “avrebbero omesso di compiere i lavori necessari per rimuovere il pericolo determinato dalla minaccia di rovina del manufatto”. Si tratta della storica struttura balneare nel lungomare di Gela, costruita tra il 1957 e il 1958, già danneggiata da numerosi crolli parziali che ne pregiudicano, come accertato anche dal Genio Civile e Sovrintendenza Beni Culturali e Ambientali, la stabilità “nonché la stessa integrità strutturale rappresentando di fatto, un pericolo per le persone”, proseguono i magistrati.

scroll to top
Hide picture