Calcio Catania, è finita

Il Tribunale ha sancito la cessazione immediata dell'esercizio provvisorio. Revocata affiliazione del club, svincolati tutti i tesserati IL DOCUMENTO

E’ finita. Il cammino del Calcio Catania si conclude il 9 aprile 2022. A sancirlo ufficialmente è il Tribunale di Catania con un comunicato di poche righe: “Si comunica che in data odierna il Tribunale di Catania – sezione fallimentare – ha disposto la cessazione dell’esercizio provvisorio del ramo caratteristico di azienda calcistica della Calcio Catania s.p.a”. Inutile, dunque, la corsa contro il tempo delle ultime ore con la colletta tra imprenditori cittadini per garantire una sponsorizzazione, insufficiente per salvare il finale di stagione.

I rossazzurri verranno estromessi dal campionato di Serie C: tutti i punti guadagnati contro la formazione allenata da Baldini verranno sottratti alla classifica di ciascuna squadra determinando così una nuova graduatoria. Il calcio a Catania, con una nuova società e una nuova proprietà, ripartirà dai dilettanti. L’assegnazione del titolo sportivo spetterà per ruolo e competenza al sindaco della città.

Intanto, il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha revocato “l’affiliazione alla fallita società Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati”. “Il presidente Federale – si legge nel comunicato – preso atto della dichiarazione di fallimento della società Calcio Catania Spa pronunciata dal Tribunale Civile di Catania – Sezione Fallimentare in data 22 dicembre 2021, con concessione dell’esercizio provvisorio successivamente prorogato sino al 19 aprile 2022 e della cessazione dell’esercizio provvisorio della società Calcio Catania Spa, disposta dal medesimo Tribunale in data 9 aprile 2022 e comunicata dai Curatori in pari data, ha deliberato di revocare l’affiliazione alla fallita società Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati”.

 

scroll to top
Hide picture