Era disperso da venerdì, trovato vivo a Stromboli

Il 28enne napoletano era finito in una scarpata profonda circa 30 metri FOTO

STROMBOLI – E’ vivo il napoletano di 28 anni che risultava disperso a Stromboli da venerdì pomeriggio. Era finito in una scarpata profonda circa 30 metri. Aveva scalato la montagna andando oltre i 400 metri d’altezza autorizzati per il rischio vulcanico. Nell’isola delle Eolie vi era stata una vera e propria mobilitazione. Impegnati il Soccorso Alpino e Speleologico, i carabinieri al comando del maresciallo Giuseppe Carlà, i militari della guardia di finanza arrivati con la motovedetta, i vigili del fuoco, la Protezione civile, le guide vulcanologiche e volontari isolani.

Alle 12.30 si sono udite le voci del giovane e si è proceduto al recupero. Le unità del Soccorso Alpino si sono calate con una fune e tra non poche difficoltà sono riuscite a riportarlo in superficie. Sano e salvo e tutto sommato in buone condizioni anche se per precauzione, una volta riportato nel centro abitato, è stato visitato dalla guardia medica. Il giovane era sbarcato da solo nell’isola eoliana.

scroll to top
Hide picture