Padre-padrone sequestra la figlia per gelosia

Motta Sant'Anastasia. Voleva dissuaderla da una scelta sentimentale

MOTTA SANT’ANASTASIA (CATANIA) – Un uomo di 71 anni è stato arrestato per sequestro di persona dai carabinieri di Ramacca. La condotta posta in essere dall’anziano sarebbe stata originata dalla sua gelosia morbosa a causa della recente convivenza intrapresa con un uomo dalla figlia 37enne, cosicché, nel bel mezzo di un pranzo domenicale, sotto la minaccia di una pistola, l’avrebbe costretta a seguirlo allontanandola dalla propria abitazione di Ramacca e le avrebbe anche precluso qualsiasi contatto con l’esterno.

La segnalazione del convivente e del fratello della donna, entrambi seriamente preoccupati per l’incolumità della stessa, nonché la prontezza d’animo della vittima – riuscita, nonostante la stretta vigilanza attuata dal padre, a inviare un Sms di aiuto dal proprio cellulare – hanno consentito ai carabinieri di localizzare e raggiungere un’abitazione sita nel comune di Motta S. Anastasia dove hanno fatto irruzione individuando il nascondiglio dove l’anziano, che già aveva provveduto a reperire beni di prima necessità, pensava evidentemente di permanere e persistere nella sua condotta delittuosa, verosimilmente per dissuadere la figlia dalla sua scelta sentimentale.

Rinvenuta, occultata in una scatola interrata, l’arma utilizzata dall’uomo per commettere il delitto: una pistola semi-automatica modello Beretta calibro 7.65 priva di matricola, completa di caricatore colpo in canna. Il 71enne è stato rinchiuso nel carcere catanese di piazza Lanza.

scroll to top