Barcellona, intimidazione a un agente penitenziario

Due ventenni arrestati per aver bruciato un'auto

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) – La polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due ventenni per violenza e minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento seguito da incendio. I due lo scorso 17 aprile, avrebbero incendiato l’auto di un agente di polizia penitenziaria.

Le indagini hanno permesso di accertare che l’agente, in servizio di vigilanza ai colloqui carcerari, aveva segnalato alla direzione le violazioni di un detenuto 20enne messinese, determinandone la perdita dei benefici. Il giovane, insieme a un detenuto coetaneo e anche lui di Messina, avrebbe allora dato fuoco all’auto dell’agente, per costringerlo, così come i colleghi, ad allentare la vigilanza e non segnalare i comportamenti contrari alle norme.

scroll to top
Hide picture