“Al 90% dei catanesi non possiamo rispondere”

Il call center Covid in difficoltà. Liberti: "Arrivano 35.000 telefonate al giorno"

Cellulare

CATANIA – “A Catania stiamo vivendo un momento assai delicato. Il call center dell’emergenza Covid in questi giorni fatica a dare risposte puntuali a tutti gli utenti. Riceviamo in media circa 35 mila telefonate al giorno. Ma riusciamo a rispondere soltanto al 10% delle chiamate”. E’ in grande difficoltà anche il commissario per l’emergenza Covid Pino Liberti, che domani pomeriggio parteciperà a un incontro urgente convocato dal capo dipartimento attività territoriali con i rappresentanti istituzionali dei medici di medicina generale.

“Servirà a discutere, vista la gravità della situazione, in che modo a livello provinciale si può facilitare il lavoro dei medici di medicina generale, indispensabili attori di questa emergenza. Occorre migliorare con ogni mezzo la comunicazione fra Usca e medicina generale”, spiega Liberti. “Sono comunque fiducioso, con il contributo di tutti riusciremo a superare questa emergenza”.

scroll to top
Hide picture