Puntano pistola contro arbitro dopo gara Under 17

Rissa, minacce e tre colpi esplosi in aria alla fine della partita di calcio Virtus Avola-Ragusa

AVOLA (SIRACUSA) – Un tifoso della squadra di casa dopo un incontro di calcio Under 17, tra Virtus Avola e Rg, finito 2-2, ha inseguito l’arbitro armato con una pistola a salve e dopo avergliela puntata contro ha esploso tre colpi in aria. E’ accaduto mercoledì scorso nel Siracusano, ma la notizia si è appresa oggi dopo che il giudice sportivo ha multato la Virtus Avola con un’ammenda di mille euro per il “reiterato contegno offensivo e minaccioso, da parte di propri sostenitori, nei confronti dell’arbitro”.

Inoltre, si legge nel provvedimento, i tifosi di casa “a fine gara entravano sul terreno di gioco provocando una rissa nel corso della quale un proprio calciatore non identificato colpiva con un calcio al petto un calciatore avversario”. Poi, ricostruisce ancora il giudice sportivo, “i sostenitori, avvicinata l’autovettura dell’arbitro, assumevano contegno offensivo nei confronti dello stesso e uno dei facinorosi ha minacciato il direttore di gara con una pistola a salve, prima puntandogliela contro e poi esplodendo tre colpi in aria”.

scroll to top
Hide picture