Figliuolo anticipa terza dose per 40-59enni

Le Regioni potranno partire dal 22 novembre

Le Regioni potranno “anticipare al prossimo 22 novembre l’avvio della somministrazione della dose booster in favore di soggetti di età compresa tra i 40 e i 59 anni, purché siano trascorsi almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione”. E’ quanto scrive il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo in una nuova circolare alle Regioni.

La decisione, sottolinea il generale, è legata all’evoluzione del quadro epidemiologico delle ultime settimane, che indica un “progressivo incremento dell’incidenza settimanale di nuovi casi e la crescita dei contagi” e ha l’obiettivo di “accelerare la campagna di somministrazione dei richiami per mantenere una elevata protezione individuale” di coloro che si sono vaccinati e per “ridurre il più possibile la trasmissione del virus. Va tenuto inoltre conto, dice ancora il generale, che “le attuali evidenze mostrano dopo circa sei mesi dalla vaccinazione un iniziale decadimento del livello di efficacia dei vaccini nelle confronti delle forme sintomatiche, pur mantenendo un’elevata capacità protettiva nei confronti delle forme severe di malattia” e che vi è una “ampia disponibilità di vaccini” e una “elevata capacità dei punti vaccinali attualmente operativi”.

scroll to top
Hide picture