14.1 C
Catania
25 Nov 2021

Catania sott’acqua, un uomo travolto e ucciso

SiciliaCatania sott'acqua, un uomo travolto e ucciso

CATANIA – Un violentissimo nubifragio si è abbattuto su Catania e provincia nella tarda mattinata causando anche un morto. Un uomo di 53 anni (e non una giovane contrariamente a quanto si era appreso in un primo momento) ha perso la vita a Gravina annegando nel fiume in piena creato dalla forte pioggia. Secondo una prima ricostruzione, sembra che il 53enne, originario di Pedara ma residente a Catania, sia sceso da una vettura in via Etnea, forse dopo un incidente stradale, e sia stato travolto dall’acqua. Il corpo è stato trovato da volontari della Misericordia sotto l’auto (la redazione, nel rispetto della vittima e della sensibilità dei nostri lettori, ha deciso di non pubblicare il filmato). Inutili i tentativi di rianimazione cardiopolmonare. 

Le strade della città, e in particolare la centralissima via Etnea, si sono trasformate in torrenti e piazza Duomo in un lago. Allagato lo storico mercato della Pescheria, invasa anche la fontana dell’Amenano (GUARDA LE FOTO). Ad aggravare la situazione anche l’acqua piovana che si è riversata in città dai paesi etnei e un blackout elettrico che ha interessato il centro storico e il municipio. Sott’acqua piazza Alcalà con decine di auto intrappolate.

Alle 16.30 erano più di 170 le richieste di soccorso arrivate ai vigili del fuoco, 134 delle quali provenienti dalla città (65 dal centro storico, 21 dalla zona sud, tra Librino e l’aeroporto, 28 da Nesima). Allagato pure l’ospedale Garibaldi nuovo (GUARDA LE FOTO). Numerosi automobilisti sono stati aiutati dalla protezione civile regionale e da associazioni di volontari: GUARDA LE FOTO. In alcuni casi i pompieri hanno dovuto fare ricorso ai gommoni. La tangenziale ovest di Catania, chiusa al traffico in tarda mattinata all’altezza di Gravina, è stata riaperta nel pomeriggio. In direzione Siracusa il traffico continua a essere fortemente rallentato.

Le zone maggiormente colpite sono quelle a sud del capoluogo etneo. Allagamenti si registrano al villaggio Santa Maria Goretti, attiguo all’aeroporto, nella zona industriale e nelle zone marinare della Plaia e di Vaccarizzo: GUARDA LE FOTO. Invasa anche la strada statale 114 che collega Catania e Siracusa: GUARDA LE FOTO. A Monte Po, vicino alla svincolo della tangenziale, sono stati soccorsi dai vigili del fuoco alcuni automobilisti rimasti bloccati in mezzo all’acqua: GUARDA LE FOTO.

Duecento partecipanti a un concorso pubblico sono rimasti bloccati per il maltempo ai Mercati agroalimentare siciliani (Maas). Mezzi della protezione civile si sono mossi per assistenza in attesa di trasferimento in un’area sicura. Anche in alcuni siti della zona industriale i dipendenti sono rimasti in attesa di un miglioramento della transitabilità viaria per potere tornare a casa. All’aeroporto di Fontanarossa la chiusura del Terminal C, prevista per giorno 1 novembre, è anticipata ad oggi con effetto immediato; pertanto tutte le operazioni di volo verranno eseguite al Terminal A.

Dal primo pomeriggio il sindaco Salvo Pogliese ha disposto l’apertura del Pala Spedini per accogliere senza tetto e senza fissa dimora e garantirgli dalle pesanti condizioni meteo che possono mettere a rischio la loro incolumità. Le persone accolte sono quelle segnalate e trasportate nella strutture comunale, dagli operatori della Cooperativa Mosaico dell’unità di strada di Catania, in collaborazione con la Croce Rossa e l’assessorato alla Protezione civile comunale.

L’aula del Senato oggi si è fermata per un minuto di silenzio per ricordare le vittime del maltempo nel Catanese. A chiederlo, a inizio aula, è stata la senatrice di Forza Italia, Urania Papatheu per i morti “che purtroppo aumenteranno”, ha detto. La presidente di turno, Anna Rossomando, ha accettato la richiesta unendosi al cordoglio.

Situazione critica anche nei comuni del circondario. A Misterbianco, per lo smottamento di fango e detriti da Monte Cardillo, sono state fatte evacuare quattro famiglie. E’ stata liberata l’unica strada di collegamento, ma per precauzione gli abitanti hanno lasciato le case, mentre la zona è costantemente monitorata dai volontari della Protezione civile. A Mascali, in contrada Fondachello, sono state chiuse alcune strade e alcuni automobilisti sono stati soccorsi.

Forti disagi anche ieri al Villaggio Goretti, una trentina di persone sono state sgomberate al Villaggio Ippocampo. Esondati i torrenti Forcile, Fontanarossa e Gornalunga. Interi quartieri allagati, alberi e pali dell’illuminazione pericolanti. A Misterbianco completamente allagato viale delle Olimpiadi: GUARDA LE FOTO.

Intanto proseguono a Scordia e nelle campagne vicino a Lentini le ricerche della 61enne Angela Caniglia, dispersa da due giorni per il maltempo in contrada Ogliastro. Alle operazioni partecipano vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile. Ieri in un agrumeto lontano dal luogo dove erano stati visti l’ultima volta, è stato ritrovato il corpo senza vita del marito Sebastiano Gambera, un agricoltore in pensione di 67 anni. La coppia era rientrata in paese da una visita a un familiare malato a Catania quando sono scesi dalla loro auto, una Ford Fiesta, e sono stati travolti dalla furia dell’acqua. A lanciare l’allarme altri automobilisti che erano rimasti bloccati nelle loro vetture circondate da acqua e fango e che sono stati soccorsi e liberati dai vigili del fuoco.

 

 

Correlati