Pronto soccorso in tilt, mancano anche i medici

Situazione critica all'ospedale di Lipari, pazienti trasferiti a Messina

LIPARI (MESSINA) – Grosse difficoltà si registrano nel pronto soccorso di Lipari: i medici del Papardo hanno comunicato che ad agosto non verranno. E la situazione è tragica: l’organico è di 4 unità rispetto ai 7 previsti.
Un medico in servizio per il troppo lavoro, vista l’eccezionale affluenza di turisti, ha accusato un malore. Dall’altro ieri non c’è più l’ortopedico a Lipari. Un dottore è stato trasferito a Milazzo. Doveva venire un ortopedico dalla città mamertina, a rotazione, ma fino ad ora non si è visto nessuno. Ha però riaperto la camera iperbarica e grazie alla presenza degli anestesti torna a funzionare la sala operatoria per le operazioni di routine. Nel contempo, l’elisoccorso va e viene.
A Lipari dopo un incidente stradale un giovane turista, politraumatizzato è stato trasferito al Policlinico di Messina.
Una signora con frattura al femore è stata ricoverata al Papardo e infine, i turisti positivi individuati all’ultimo giorno di vacanza, durante gli screening volontari effettuati dall’Asp diventano tre. Gli ultimi due trasferiti con corse dedicate a Messina. Proseguiranno la loro vacanza ma in quarantena.

scroll to top
Hide picture