Assembramenti e senza mascherine: chiusi locale e chiosco

Catania. Irregolarità alla Scogliera e a Barriera

CATANIA – Nell’ambito dei servizi finalizzati al rispetto delle norme anti-Covid, i carabinieri di Catania con il supporto del Nas hanno fatto irruzione in un lido della Scogliera che nelle ore serali si trasforma in lounge-bar e ristorante, dov’era stata organizzata una serata danzante con tanto di dj, assembramenti e clienti tutti privi dei dispositivi di protezione individuale.
Al tempo stesso, i carabinieri del Nas hanno riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie nella cucina del ristorante con relativa sanzione di oltre mille euro contestata al titolare del lido. Oltre alle pesanti sanzioni, i carabinieri hanno disposto la chiusura per 5 giorni del locale.
In riferimento a quanto diffuso, la direzione del lido della Scogliera tiene a precisare che nel verbale dei carabinieri del Nas non c’è menzione alcuna a “gravi carenze igienico sanitarie”, nel verbale si menzionano soltanto “carenze igienico sanitarie” relative alle pulizie straordinarie dei camminamenti del bar, ad alcune pareti e al tetto ingialliti dai fumi di cottura, che necessitano di tinteggiatura, e allo sporco sui pavimenti in quanto i controlli sono stati effettuati a fine servizio e ancora in corso di pulizie.
Nel corso dei controlli, inoltre, non è stata sollevata eccezione alcuna in merito a una serata danzante in quanto non vi era in corso attività di ballo all’interno del locale. Nel locale erano presenti persone sedute nell’area ristorante e un evento privato in cui le persone non ballavano, ma si trovavano in piedi consumando il proprio drink e non seduti.
La chiusura di cinque giorni, infatti, è stata disposta per la seguente motivazione “serata con intrattenimento musicale e consumazione di bevande in piedi” come da verbale di accertamento emesso.
La chiusura dell’attività di somministrazione, non è legata in alcun modo alle carenze igieniche della cucina, ma è relativa solo all’applicazione delle norme anti Covid. All’interno della struttura erano presenti il 50% delle persone nel pieno rispetto alla capienza massima dichiarata dal locale.
L’attività diurna del lido non subisce variazioni nei cinque giorni di chiusura imposti per la sera.

La polizia ha inoltre effettuato un controllo straordinario del territorio a Picanello e Barriera. Il titolare di un chiosco-bar è stato sanzionato per occupazione abusiva del suolo pubblico ed inosservanza della normativa anti-Covid: il personale che serviva al bancone non indossava i dispositivi di protezione individuale richiesti dalla vigente normativa. Per questo motivo è stata disposta la chiusura dell’attività per 5 giorni.

scroll to top
Hide picture