25.8 C
Catania
17 Set 2021

Spara all’ex socio: denunciato consigliere eletto con la Lega

SiciliaSpara all'ex socio: denunciato consigliere eletto con la Lega

LICATA (AGRIGENTO) – Un consigliere comunale di 48 anni, Gaetano Aronica, eletto da ‘civico’ a Licata con la lista ‘Lega noi con Salvini’, ha sparato quattro colpi di pistola contro un suo socio di 71 anni, per un contenzioso nelle gestione di un’attività di onoranze funebri, ferendolo con un proiettile al braccio sinistro.
Aronica, che si è presentato con il suo avvocato dai carabinieri confessando l’accaduto e facendo trovare l’arma utilizzata, una rivoltella calibro 22 illegalmente detenuta, è stato denunciato alla Procura di Agrigento per tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco. Il ferito è stato medicato in ospedale e giudicato guaribile in 20 giorni.
A permettere la ricostruzione della dinamica la visione di immagini registrate da impianti di videosorveglianza attorno alla zona del Municipio, dove è avvenuta la sparatoria. In uno di questi si vede Aronica, in camicia bianca e blue jeans, inseguire di corsa armato la Fiat Panda guidata dal socio ed esplodere diversi colpi di pistola contro l’autista della vettura dal lato del finestrino del guidatore.
“A una settimana da Voghera, un consigliere comunale di Licata (già eletto nella lista della Lega) – commenta su Twitter Enrico Borghi, responsabile Pd Politiche per la sicurezza – regola i conti con un proprio socio d’affari a colpi di pistola. Cosa ci vuole ancora per capire che le armi da fuoco non sono lo strumento per la soluzione delle controversie?”. Il segretario del Partito democratico in Sicilia, Anthony Barbagallo, lancia “un appello al leader leghista Salvini affinché moderi i termini con cui spesso aizza il suo popolo, facendo anche un netto e chiaro gesto di dissociazione verso chi imbraccia armi da fuoco per farsi giustizia da se”.
La Lega di Licata prende le distanze: “Il consigliere comunale Gaetano Aronica non è tesserato, né ricopre o ha ricoperto altri ruoli all’interno” del partito” e alle amministrative del 2018 “era sì candidato nella lista della Lega, ma non si è mai dichiarato della Lega all’interno del consiglio comunale, ed è da anni un consigliere civico, addirittura per un periodo a sostegno dell’attuale sindaco”.

Correlati