Sbarchi a Lampedusa, fermati due scafisti

AGRIGENTO – La Procura di Agrigento ha disposto il fermo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di un trentenne egiziano ritenuto lo scafista del barcone con 419 migranti approdato lo scorso 7 luglio a Lampedusa e di un quarantaduenne tunisino ritenuto responsabile dello sbarco di 48 immigrati, avvenuto sempre il 7 luglio.

La polizia di Agrigento ha arrestato dal 1 luglio 47 immigrati per il reato di reingresso illegale nel territorio dello Stato e sempre dall’ 1 luglio ci sono stati 83 sbarchi per un totale di 2.899 migranti.

Le indagini della Procura di Agrigento che è coordinata dal procuratore Luigi Patronaggio, di concerto con la Dda di Palermo, continuano senza sosta per identificare i basisti e gli organizzatori dei viaggi dalla Libia e dalla Tunisia.

Intanto a Lampedusa si susseguono gli sbarchi. Sette arrivi, quattro dei quali direttamente sulla terraferma, per un totale di 140 migranti, sono avvenuti da poco prima della mezzanotte fino all’alba a Lampedusa. Tutti i gruppi sono stati portati nell’hotspot di contrada Imbriacola dove ci sono 798 persone a fronte di 250 posti disponibili. Poco prima di mezzanotte, una pattuglia della Guardia di finanza ha rintracciato a Porto Nuovo 5 tunisini, fra cui una donna: erano sbarcati con un gommone a Cala Croce. Mezz’ora dopo, i carabinieri hanno rintracciato a Sciatu Persu 61 subsahariani, fra cui una donna.

Alle 2,30, la motovedetta G118 delle Fiamme gialle ha sbarcato nel molo Favarolo 14 tunisini che erano stati rintracciati ad un miglio e mezzo su un’imbarcazione di 6 metri. Due ore dopo, sono giunti – dopo il trasbordo a 2 miglia, sempre sulla stessa motovedetta della Guardia di finanza – altri 15 tunisini. Alle 5, i carabinieri hanno invece bloccato in via di Ponente 18 persone, fra cui una donna e un minore. L’imbarcazione, in questo caso, non è stata ancora ritrovata.

Al molo Madonnina, nel frattempo, i militari della Guardia di finanza hanno bloccato 13 tunisini giunti con un barchino di 6 metri. Alle 5,35, una motovedetta delle Fiamme gialle ha sbarcato 14 tunisini che erano stati poco prima rintracciati a 1 miglio a Sud di Lampedusa.

© La Sicilia Multimedia s.p.a.| p.iva 03655570871 | Privacy | Contattaci