Il vicinato parla e i carabinieri arrestano il “giardiniere”

ACIREALE (CATANIA) – I carabinieri del Nucleo operativo di Acireale hanno arrestato un giovane di 28 anni, accusato di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Grazie ad attività info-investigativa, i militari dell’Arma sono venuti a conoscenza che una persona, conosciuta ai più come ”il giardiniere”, potesse aver avviato all’interno della propria abitazione una vera e propria coltivazione di canapa indiana.

Per verificare la veridicità delle informazioni è stato organizzato un servizio di pedinamento ed osservazione terminato dinanzi quell’abitazione di via Carico ad Acireale, luogo in cui i carabinieri hanno bloccato il sospettato a bordo di un furgone.

Immediatamente è stata disposta una perquisizione domiciliare che ha permesso di scoprire una stanza adibita a serra artificiale servita da lampade, pannelli riflettenti e ventilatori al cui interno sono stati rinvenuti 800 grammi di “erba”, 65 piante di canapa indiana di diversa metratura e materiale comunemente utilizzato per confezionare le dosi di droga.

Espletate le formalità di rito, il 28enne è stato posto ai domiciliari.